Commissione didattica paritetica

È il primo organo valutativo per aspetti riguardanti la progettazione, la struttura e gli esiti delle attività didattiche dei Corsi di Studio. Essa tiene in particolare conto il punto di vista degli/delle studenti/esse e la loro azione capillare si affianca a quella più generale esercitata centralmente dal Presidio della Qualità e dal Nucleo di Valutazione. Ogni anno la Commissione Didattica Paritetica redige la relazione annuale che prevede in particolare la valutazione dei seguenti elementi:

  • valutazione a campione delle schede insegnamento di tutti i CdS e verifica della revisione delle stesse da parte del CdS

  • monitoraggio delle azioni di miglioramento individuate dai CdS nei documenti di autovalutazione o derivanti dalle osservazioni rilevate dal Nucleo di Valutazione

  • approfondimento degli esiti del Questionario EduMeter - anche tramite interviste alla componente studentesca delle Commissioni deputate all'autovalutazione dei CdS - e verifica della presa in carico delle segnalazioni mosse da studenti e studentesse.

Le relazioni annuali sono raccolte dal Presidio della Qualità che le invia al MUR, al Nucleo di Valutazione dell'Ateneo e al Senato Accademico.

Le Commissioni Didattiche Paritetiche sono anche coinvolte nella formulazione di pareri sui Corsi di Studio di nuova istituzione, per modifiche di tipo sostanziale degli ordinamenti didattici e per proposte di modifica della sede del Corsi di Studio o richiesta di nuova sede. Tale attività avviene in considerazione dei documenti che, per ciascun anno accademico, vengono predisposti o aggiornati dal Ministero dell’Università e della Ricerca, dall’ANVUR e dal CUN al fine di garantire il rispetto dei requisiti di qualità per l’accreditamento iniziale previsti dal DM 1154/21- Allegato A.2. In questo contesto, le Commissioni Didattiche Paritetiche valutano il progetto formativo del proponendo CdS, ovvero il piano di studi, gli obiettivi formativi, le modalità di insegnamento e di verifica dell'apprendimento, la qualità dell'offerta formativa e l'adeguatezza delle risorse didattiche e infrastrutturali.

La Commissione Didattica Paritetica è composta da un pari numero di docenti di ruolo e di studenti e studentesse dei corsi di studio afferenti alla Scuola stessa e presieduta dal/dalla Direttore/Direttrice della Scuola o in sua assenza dal/dalla vice Direttore/Direttrice.

Per la richiesta di informazioni scrivere all'indirizzo email: cdp.samev@unito.it

 

Composizione

La Commissione Didattica Paritetica a cui afferiscono i Dipartimenti di Scienze agrarie, forestali e alimentari e Scienze veterinarie risulta così composta:

Ezio Ferroglio  - Presidente (ezio.ferroglio@unito.it)
Marta Bertolino - Docente (marta.bertolino@unito.it)
Manuela Renna - Docente (manuela.renna@unito.it)
Silvia Stanchi - Docente (silvia.stanchi@unito.it)
Luciana Tavella - Docente (luciana.tavella@unito.it)
Ivan Visentin - Docente (ivan.visentin@unito.it)
Laura Corradetti - Personale TA di supporto (laura.corradetti@unito.it)
Diego Bellone - Rappresentante degli Studenti (diego.bellone@edu.unito.it)
Ilaria Brayda Bruno  - Rappresentante degli Studenti (ilaria.braydabruno@edu.unito.it)
Pietro Cardini - Rappresentante degli Studenti (pietro.cardini@edu.unito.it)
Jessica Cussa - Rappresentante degli Studenti (jessica.cussa@edu.unito.it)
Alessia Sappa - Rappresentante degli Studenti (alessia.sappa@edu.unito.it)
Lorenzo Sbrollini - Rappresentante degli Studenti (lorenzo.sbrollini@edu.unito.it)

Regolamento
  1. La Commissione Didattica Paritetica è costituita da un docente per ciascun Corso di Laurea Integrato e da un docente per ciascun Corso di Laurea/Laurea Magistrale che non appartenga a Corsi di Laurea Integrati. I rappresentanti degli studenti, uno per ciascun Corso di Laurea Integrato e uno per ciascun Corso di Laurea/Laurea Magistrale che non appartengono a Corsi di Laurea Integrati, sono designati dai rappresentanti degli studenti in seno al Consiglio della Scuola. I rappresentanti degli studenti decadono allo scioglimento della Commissione Didattica Paritetica o al conseguimento del titolo di studio.
    Partecipa alle sedute della Commissione anche un’unità di personale tecnico-amministrativo, senza diritto di voto, con funzione di Segretario verbalizzante.
  2. La Commissione è competente a svolgere attività di monitoraggio dell’offerta formativa e della qualità della didattica, nonché dell’attività di servizio agli studenti da parte dei docenti. È inoltre competente a individuare indicatori per la valutazione dei risultati delle attività citate. La Commissione formula pareri sull’istituzione, sull’attivazione, sulla modificazione e sulla soppressione di Corsi di Studio, anche in riferimento ai requisiti di docenza. Tali pareri sono comunicati tempestivamente al Corso di Studio, ai Dipartimenti di riferimento e al Consiglio della Scuola.
  3. La Commissione Didattica Paritetica assume il ruolo di primo valutatore interno di Ateneo sulle attività formative del Dipartimento e ha lo scopo di garantire un monitoraggio complessivo dell’Assicurazione della Qualità. L’obiettivo di tale valutazione è analizzare l’adeguatezza e la qualità dell’offerta formativa, la coerenza tra le attività formative programmate e gli specifici obiettivi formativi programmati, anche in relazione alle criticità e le azioni correttive individuate nei rapporti di riesame, l’efficacia dei risultati di apprendimento attesi e quindi individuare proposte di miglioramento a lungo termine, con particolare attenzione agli attori interni e al follow up nel mondo del lavoro.
  4. La Commissione Didattica Paritetica, in materia di offerta formativa e di qualità della didattica e dei servizi agli studenti, monitora il grado di raggiungimento degli obiettivi a livello di singole strutture, nonché approfondisce le criticità riscontrate sul percorso formativo e sull’esperienza degli studenti e si attiva per portarle all’attenzione degli organi competenti ad affrontarle. La Commissione Didattica Paritetica assume pertanto il ruolo di referente del Consiglio degli Studenti di Ateneo per le criticità segnalate che interessano il proprio Dipartimento.
  5. Ferma restando la competenza della Commissione Didattica Paritetica per l’approvazione di documenti inerenti l’AVA, la Commissione potrà lavorare per sottocommissioni in base a criteri di omogeneità scientifico disciplinare.
  6. La partecipazione alla Commissione non dà luogo alla corresponsione di compensi, emolumenti, indennità o rimborsi spese. La Commissione decade assieme al Consiglio della Scuola
Relazioni annuali

Le relazioni annuali sono pubblicate, con accesso riservato, sui siti dei dipartimenti: